Jole Veneziani, la prima grande protagonista dell’alta moda italiana

Jole Veneziani, abiti d'autoreAlta moda italiana e made in Italy: Jole Veneziani è sinonimo di tutto questo e di molto altro. Villa Necchi Campiglio, la casa museo milanese di proprietà del Fondo Ambiente Italiano, la celebra fino al 24 novembre con la mostra Jole Veneziani, alta moda e società a Milano.

La rassegna, curata da Fernando Mazzocca e promossa dalla Fondazione Bano e dal FAI, presenta abiti d’epoca, bozzetti e fotografie, oltre a filmati, documenti, oggetti di sartoria, scelti tra gli oltre quindicimila pezzi dell’Archivio Veneziani.

Jole Veneziani Aragone nasce a Taranto nel 1908 in una famiglia colta e vivacissima. Il padre è avvocato e scrittore, la mamma appassionata di musica classica e il fratello diventerà un famoso commediografo. Con Carlo nel 1937 si trasferisce a Milano, dove lavora come amministratrice di una ditta francese di pelli. Esperienza che le permette di aprire un suo laboratorio in via Nirone cui in seguito affianca la sartoria e la produzione di Haute Couture, dopo aver trasferito definitivamente nel 1944 la sua sede in via Montenapoleone,  in una Milano ancora sotto le bombe e piena di macerie. In poco tempo il suo atelier diventa il salotto culturale della città, dove si danno appuntamento intellettuali e politici.
Proprio per far rivivere al pubblico lo spirito di quegli anni, a Villa Necchi Campiglio è stata ricostruita l’atmosfera dell’Atelier Veneziani.

Per tutti gli anni Cinquanta e Sessanta da quelle sale dorate e cariche di specchi sono passate Josephine Baker, Marlene Dietrich, Maria Callas, Elsa Martinelli, Lucia Bosè, Wally Toscanini, Anna Proclemer, Ljuba Rizzoli, Emanuela Castelbarco, Sandra Milo, Franca Rame, Ornella Vanoni.

Jole Veneziani, gli abitiLa mostra prosegue con la sezione nella quale il visitatore impara a conoscere Jole Veneziani attraverso un’accurata selezione di bozzetti originali, testimonianze delle personalità che l’hanno incontrata e copertine delle riviste che hanno immortalato lei e i suoi vestiti. Come l’impermeabile bianco della linea Veneziani Sport, un vero  e proprio cult per le donne americane, al quale Life dedica la copertina del 14 aprile 1952.

Tra gli eventi che hanno caratterizzato il percorso professionale di Jole Veneziani, la mostra punta i riflettori sulla consulenza per l’Alfa Romeo per la quale la stilista studiò, sul modello delle case automobilistiche americane, carrozzerie e interni dai colori vivaci.

Il percorso continua con le fotografie della famiglia Veneziani, delle sfilate tenute in tutto il mondo e delle modelle celebri. Ma anche l’incontro con il cinema, il teatro e la televisione con l’area dedicata alla proiezione di filmati d’epoca.

L’allestimento, studiato da Corrado Anselmi, fa dialogare in modo armonico le creazioni della stilista con gli ambienti di Villa Necchi Campiglio, combinando la storia della moda e del costume, con quella della Milano del Novecento.
La Fondazione Bano, tra i promotori della rassegna, ha svolto un intenso lavoro di catalogazione e inventariazione del materiale proveniente dallo storico atelier della famosa stilista grazie alla collaborazione con il Corso di Laurea in Cultura e tecnologia della moda dell’Università di Padova e l’Università IUAV di Venezia. Erede morale della brillante creatrice di moda è proprio Federico Bano, ieri stilista di pellicceria e oggi presidente della fondazione culturale. Bano, nella seconda metà degli anni ’70, è stato il suo ultimo assistente e ne ha curato il prezioso archivio storico: un’intera ala di Palazzo Zabarella a Padova aperto a giovani creativi e studiosi del costume. Anche l’imprenditrice milanese Rina Giovenzano ha collaborato per decenni con Jole Veneziani, che ricorda come una donna indimenticabile alla quale poco prima che morisse fu attribuito, non senza scalpore, un premio istituito del comune di Milano destinato a pochissimi e selezionati personaggi che avevano reso grande la città.

E Jole Veneziani è stata proprio questo: una pugliese che ha reso grande Milano.

Jole Veneziani
Alta Moda e Società a Milano

Jole Veneziani su Vogue

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.