Musica e cultura risplendono dal belvedere di Ravello fino al 7 settembre

Ravello Festival al tramonto

Per tutta l’estate la costiera amalfitana si trasforma nel palcoscenico internazionale della musica classica, del cinema, della letteratura grazie al Ravello Festival, un appuntamento diventato un must per gli appassionati delle belle arti. Fino al 7 settembre l’elegante cittadina, che si affaccia sul golfo di Salerno e da sempre richiama visitatori attratti dalle sue ville e dai palazzi raffinati, ospita il festival nato nel 1953 per celebrare il compositore tedesco Richard Wagner che in realtà la visitò senza soggiornarvi. La prima edizione di questo evento, tra i festival italiani più antichi, risale al settantesimo anniversario dalla morte di Wagner che per anni è rimasto nume tutelare del festival, incoronando Ravello “città della musica”, e ancora oggi un’attenzione particolare è devotamente riservata alle sue composizioni. L’edizione 2013 ne celebra il bicentenario.

Se passate da queste parti, il Ravello Festival è una tappa irrinunciabile. Il cartellone è davvero ricco e spazia dalla musica sinfonica a quella da camera, dal jazz al pop, dalla danza al teatro, alle arti visive, assecondando una vocazione culturale trasversale. Le proposte sono ispirate al leitmotiv di quest’anno, “il Domani”. Il tema è stato scelto per rappresentare il futuro e la sua portata visionaria, soprattutto nella reinterpretazione del classico: in tal senso va considerata la scelta di giovani orchestre e talenti emergenti.

Programma culturale a parte, Ravello merita una visita solo per il panorama mozzafiato dall’alto della rupe da cui guarda il mare. La location di straordinaria bellezza che incornicia la maggior parte degli eventi del festival è Villa Rufolo con il suo belvedere e l’incantevole Sala dei Cavalieri. Gli appuntamenti hanno luogo anche in altri spazi di notevole impatto acustico e visivo: i giardini, Villa Cimbrone, Villa Eva, l’auditorium Niemeyer. Il grande architetto che ha progettato l’auditorium al quale è dedicata l’edizione 2013 del festival con due concerti brasiliani e una mostra monografica.

Un altro anniversario importante al centro del festival è quello di Giuseppe Verdi (che nacque nel 1813). Ravello lo celebra con la mostra di costumi storici provenienti dal Teatro dell’Opera di Roma e le atmosfere del concerto proposto da Francesco Nicolosi con la voce recitante di Mariano Rigillo (29 agosto). Potrete anche assistere a un omaggio un po’ irriverente a Verdi con gli Oblivion, gruppo comico musicale-teatrale nato sulla scia dello storico Quartetto Cetra, che si esibirà il 17 agosto.

Altri momenti clou del Ravello Festival saranno la performance della European Union Youth Orchestra con un programma di grande virtuosismo, da Berlioz a Stravinskij il 23 agosto; il concerto degli strumentisti della celeberrima Bayerische Staatsoper insieme al Coro Audi (5 settembre); il jazz del norvegese Tord Gustavson (22 agosto), del quintetto di Francesco Cafiso (25 agosto) e della pirotecnica Sousaphonix Band di Mauro Ottolini (3 agosto). C’è anche la canzone italiana al Ravello Festival, ed è rappresentata da Fiorella Mannoia (il 6 settembre, in acustico con i Solis String Quartet per la prima volta). E poi Tosca (con un inedito omaggio a Roberto Murolo, 31 agosto), e lo stile inconfondibile di Nina Zilli che, insieme a Fabrizio Bosso, darà vita ad una serata sospesa ai confini del jazz (12 agosto). Mentre il pop internazionale vede in scena Sarah Jane Morris (7 agosto).Grande attesa sia per la mostra-installazione che Mimmo Paladino, artista di punta della scena internazionale, svilupperà intorno alla figura del compositore Gesualdo da Venosa in Villa Rufolo, sia per un’altra esposizione di diversa epoca e genere incentrata sui fasti della canzone italiana di Cesare Andrea Bixio: collegata a questa mostra è in programma una serata speciale il 9 agosto con Pippo Baudo e Christian De Sica in veste di cantante. 

Il programma completo del Ravello Festival è disponibile sul sito: www.ravellofestival.com

Ravello Festival

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.