Il Salento si riaccende con il ritmo della Notte della Taranta

Notte della Taranta, logoL’estate salentina si scalda con l’avvicinarsi di uno degli eventi più attesi e spettacolari, La Notte della Taranta dal 6 al 21 agosto, e il gran concerto finale del 24 agosto. Un appuntamento imperdibile per chi quest’anno trascorrerà le vacanze in Puglia, nella zona che da alcuni anni richiama folle di turisti attratti dalla vivacità delle località marine, dall’irresistibile tentazione delle spiagge dorate, senza dimenticare i sapori della cucina gustosa e genuina.

La Notte della Taranta celebra dal 1998 il rito terapeutico della pizzica: i tamburelli suonano incessantemente a un ritmo febbrile per liberare la vittima (di solito una donna) morsa dalla tarantola, il pericoloso ragno velenoso, e sciogliere così l’incantesimo esaurendo il veleno e guarendola. Ci sono altre varianti della pizzica, come il ballo del corteggiamento tra uomo e donna e la “danza dei coltelli” detta anche pizzica a scherma.

Quest’anno il concertone è in programma il 24 agosto a Melpignano, in provincia di Lecce, mentre il calendario completo dei concerti itineranti del festival prevede quindici tappe nelle città e cittadine del Salento: Corigliano d’Otranto, Zollino, Martignano, Sternatia, Sogliano Cavour, Soleto, Calimera, Castrignano dei Greci, Cutrofiano, Carpignano Salentino, Martano, Lecce, Alessano, Galatina, Cursi. Canti, danze e scenografie esplosive riempiranno la scena in un viaggio sonoro, emozionante e coinvolgente alla presenza di decine di migliaia di spettatori che, protagonisti della festa quanto gli artisti sul palco, balleranno al ritmo sfrenato di tamburelli e fisarmoniche. Il Maestro concertatore sarà Giovanni Sollima, musicista di formazione classica ma anche autore e interprete di musica contemporanea invitato a reinterpretare i classici della tradizione musicale locale avvalendosi di un gruppo di circa trenta tra i migliori musicisti di riproposta del Salento ed elementi storici dell’Orchestra popolare del festival. Con lui si esibiranno tanti ospiti che hanno accettato di confrontare la loro musica e la loro danza con la tradizione salentina, dal ballerino Miguel Angel Berna a Niccolò Fabi, da Max Gazzé a Roby Lakatos.

In quindici anni il Festival della Taranta, che è promosso e organizzato dall’omonima Fondazione, è diventato la principale festa popolare in Italia e una delle più note manifestazioni folcloristiche in Europa. Il suo successo si può ricondurre molto probabilmente, oltre che al recupero della pizzica salentina e al rituale collettivo di questa festa, alla sua fusione con altri linguaggi musicali che vanno dalla world music al rock, dal jazz alla sinfonica. Negli anni la Notte della Taranta ha acquisito anche una dimensione internazionale. A giugno, l’Orchestra Popolare “La Notte della Taranta” ha suonato con Goran Bregovic al Parco della Musica di Roma. A metà luglio ha partecipato a concerti che si sono tenuti a New York e Boston insieme al musicista Mauro Pagani, e in Tunisia per il Festival Internazionale di Cartagine. Come dire, dal Salento al resto del mondo.

Per maggiori informazioni: http://www.lanottedellataranta.it/

Notte della Taranta, la musica

Notte della Taranta

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.