Umbria Jazz 2013: la musica di qualità in scena a Perugia

Umbria Jazz, la locandinaNel cielo dell’estate perugina stanno per accendersi le candeline per l’Umbria Jazz Festival 2013. Compie quarant’anni il Festival musicale conosciuto e apprezzato in tutto il mondo che si svolge nella storica città d’arte dal 5 al 14 luglio. Dalla sua prima edizione nel 1973, voluta da alcuni appassionati jazzofili, l’appuntamento si è arricchito con gli anni di una dimensione sociale e culturale da diventare oggi un vero punto di riferimento per i più grandi artisti nazionali e internazionali. Tanto che a giugno Umbria Jazz ha superato i confini dell’Italia e dell’Atlantico per partecipare con alcuni dei suoi migliori artisti alle manifestazioni per l’anno della cultura italiana in America tra Boston, New York e San Francisco.

Il cartellone 2013 presenta una programmazione in grado di soddisfare molteplici gusti musicali, tutti all’insegna dell’eccellenza. Sul palco dell’Arena Giuliana e del Teatro Morlacchi sarà possibile assistere a performance di musica jazz, nelle sue diverse espressioni, ma anche pop, soul, reggae, blues e contaminazioni inedite. Si alterneranno artisti di culto e giovani emergenti, icone e monumenti della black music, musicisti jazz alla prova con progetti assolutamente nuovi e ricchi di fascino.

Umbria Jazz a teatroTra i nomi della scena musicale internazionale ad esibirsi nella cornice dell’Arena Giuliana di Perugia troviamo la canadese Diana Krall che proprio Umbria Jazz tenne a battesimo agli inizi della carriera; il sassofonista e compositore norvegese Jan Garbarek porterà un progetto che vede la partecipazione di Trilok Gurtu. Ritorno a Umbria Jazz per uno dei più grandi pianisti di sempre: Keith Jarrett. Un evento unico per festeggiare i quaranta anni di Umbria Jazz e i trenta anni di attività del trio con Gary Peacock al contrabbasso e Jack DeJohnette alla batteria. Non mancherà il soul statunitense di John Legend, voce calda e suadente, apprezzata sia dal pubblico sia dalla critica. Ad Umbria Jazz ci saranno anche Dee Dee Bridgewater e Ramsey Lewis, Wynton Marsalis, con la sua Jazz at Lincoln Center Orchestra, le voci straordinarie di Cecile McLorin Salvant e Gregory Porter. Due serate particolarmente attese sono quelle che vedranno protagonisti il 12 luglio il duo pianistico in esclusiva mondiale Herbie Hancock e Chick Corea, e sabato 13 luglio l’incontro tra la musica jazz e la classica: Stefano Bollani e l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Insieme a Bollani, altri musicisti italiani ospiti di Umbria Jazz saranno Pino Daniele e Mario Biondi con le loro inconfondibili voci e i ritmi blues e soul, e Simona Molinari con la sua band accompagnata dalla storica chitarra di Franco Cerri. La serata conclusiva di Umbria Jazz 13 sarà̀ dedicata interamente al Brasile di Gal Costa e Gilberto Gil.

Umbria Jazz in piazzaAl Teatro Morlacchi si potrà ascoltare il jazz più “puro”. Qui al Festival esordisce per il jazz russo Igor Butman, il più conosciuto sassofonista del suo paese, e la Moscow Jazz Orchestra, ensemble di sedici elementi. In un abbinamento inconsueto, il maestro della tromba Paolo Fresu salirà sul palcoscenico con un grande quanto stravagante pianista cubano, Omar Sosa. Per i veri cultori della musica jazz, altri nomi di spicco in programma sono Eduardo De Crescenzo, Giovanni Tommaso con il suo nuovo quartetto “Consonanti”, i Quintorigo, Robert Glasper, Gregory Porter, e dopo qualche anno di assenza il ritorno di Terence Blanchard.

La novità dell’edizione 2013 di Umbria Jazz sono i concerti a Palazzo della Penna, in collaborazione con Young Jazz e Comune di Foligno. Dunque una nuova location per nuovi talenti. La programmazione vedrà alternarsi infatti nei due week end, alla Corte e alla Strada Romana, artisti più conosciuti al grande pubblico e più vicini alla musica jazz come João Lobo, Zeno De Rossi, Jeff Ballard, Lionel Loueke, con giovani promesse jazzistiche italiane. A completare la programmazione musicale di Palazzo della Penna, dj set e artisti faranno spettacolo con nuove forme sonore vicine all’elettronica e alle contaminazioni tra vari generi musicali.

Un impatto tutto speciale avranno infine gli eventi gratuiti negli spazi all’aperto: in particolare, piazza IV Novembre e i Giardini Carducci con esibizioni di canto gospel, ritmi afro-cubani, funk..  E la tradizionale Street Parade che ritrova quest’anno i Funk Off in una spettacolare e trascinante performance per le strade del centro storico.

Per informazioni ed acquistare i biglietti: www.umbriajazz.com

Umbria Jazz in strada

Umbria Jazz

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.