Sabbioneta, la città perfetta dei Gonzaga

SabbionetaE’ adagiata come un autentico gioiello in una grande ansa disegnata dal Po. E’ Sabbioneta, la città ideale che si erge come testimonianza di urbanistica ad alto contenuto artistico rinascimentale nel territorio mantovano. Per questa sua ricchezza, nel 2008 Sabbioneta è stata eletta con Mantova patrimonio mondiale dell’Unesco. La sua bellezza classica le ha fatto guadagnare anche l’appellativo di piccola Atene padana e l’avvocato e scrittore americano Richard Paul Roe sostiene che la commedia di Shakespeare “Sogno di una notte di mezza estate” sia stata ambientata qui e non ad Atene.

Nella cornice dello stupefacente scacchiere urbanistico di Sabbioneta, racchiuso da un’antica cinta muraria rimasta intatta, traspare l’anima della città militare e residenziale, della corte rinascimentale e rurale su cui si affacciano i tradizionali accessi alla città, la porta Vittoria e la porta Imperiale, la più antica, rivestita in marmo bianco. E poi Palazzo Ducale, Palazzo Giardino, il Teatro all’Antica (il primo costruito in Europa non ricavato da strutture preesistenti), la Galleria degli Antichi conservano ornamenti a fresco e soffitti intagliati in legno pregiato. Sabbioneta ospita anche una bella Sinagoga e un quartiere ebraico che è stato abitato per cinque anni. L’epoca d’oro del borgo tra i più belli d’Italia risale al duca Vespasiano Gonzaga che tra il 1556 e il 1591 la trasforma da centro agricolo a città ideale. Le idee grandiose della famiglia regnante hanno legato Sabbioneta alla vicina Mantova nell’eccellenza architettonica e artistica.

Chi decide di visitare Mantova e Sabbioneta non potrà resistere anche ad altri tipi di tesori: i sapori e l’artigianato riservano infatti interessanti e piacevoli sorprese. Qui si possono gustare prodotti come i tortelli di zucca, la torta sbrisolona (che a Sabbioneta è fatta “alla vecchia maniera” cioè con le nocciole al posto delle mandorle e la farina di grano duro anziché quella di mais), i biscotti “Filos”, biscotti caserecci prodotti in diverse varianti con strutto e menta o praline di cioccolato. Il loro nome è associato al momento in cui le vecchie famiglie rurali si ritrovavano a fine giornata. Altre prelibatezze sono i salami e i formaggi, accompagnati dal vino locale Lambrusco, il sorbir d’agnelli (agnolini in brodo di carne), o lo stracotto d’asino.

L’artigianato locale si esprime nella ceramica graffita mantovana e negli stralci di affresco. Per gli appassionati di mercatini d’antiquariato, a Sabbioneta ogni prima domenica del mese, con esclusione di gennaio e agosto, si può passeggiare tra le bancarelle del mercatino del piccolo antiquariato, oppure visitare la rinomata Mostra mercato dell’antiquariato.


Dolci sogni – La nostra selezione di palazzi, residenze e hotel di charme:

Torre di Palazzo CastiglioniPalazzo Castiglioni – Piazza Sordello 12, Mantova (MN)

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.