Salire sul Bernina Express, entrare in una favola

Trenino rosso del BerninaIl famoso trenino rosso unisce Coira (Chur), la città più antica della Svizzera, alla piccola Tirano in Valtellina, passando per St. Moritz, lungo un percorso spettacolare che si snoda armoniosamente da nord a sud e viceversa. Per chi cerca emozioni da brivido, un viaggio a bordo del Bernina Express è un’esperienza unica, che  regala fotografie dalle tinte decise su una delle tratte di valico più spettacolari attraverso l’arco alpino. Abeti imponenti, specchi azzurri e scoscesi pendii rocciosi saranno compagni di viaggio entusiasmanti e selvaggi. Il vero capolavoro della natura lungo la ferrovia del Bernina è la linea Albula/Bernina che dal 2008 fa parte del Patrimonio mondiale dell’Unesco.

Per la stagione invernale 2013/2014 c’è una novità per emozionarsi davanti all’innevata Engadina, al ghiacciaio del Massiccio del Bernina e alla natura selvaggia della Valposchiavo: il Bernina Panorama Inverno che integra il Bernina Express con treni supplementari che dispongono di carrozze panoramiche sulla tratta Tirano-St.Moritz-Tirano.

Bernina ExpressL’eccellenza del trenino Bernina è anche di tipo architettonico. Il percorso che segue si snoda tra 55 gallerie, 196 viadotti e scivola verso pendenze fino al 70 per mille, senza cremagliera, fino all’Ospizio Bernina, a quota 2.253 metri. Con questi numeri, è la trasversale alpina più alta d’Europa e una delle ferrovie ad aderenza naturale più ripide del mondo. Diversi paesaggi culturali si alternano a colpi di bacchetta magica in questo scenario a dir poco cinematografico: pochi chilometri dopo la partenza del treno del Bernina da Tirano, si incontra la prima meraviglia, il viadotto circolare di Brusio. Si raggiunge Poschiavo da dove si inizia a salire fra stretti tornanti per un costone boscoso molto panoramico, e si arriva ad Alp Grüm a 2091 metri: un balcone che si affaccia sulla val Poschiavo con le belle dimore patrizie e il lago sulle cui sponde sorgono le località di Le Prese e Miralago. In alcuni punti le confortevoli carrozze del trenino rosso sembrano sfiorare i muri delle case che si affacciano sulla strada. Dai dolci panorami ai sontuosi ghiacciai di cristallo. Uno di questi è la stazione successiva, l’imponente Morteratsch che volge inevitabilmente lo sguardo verso i quattromila metri scintillanti di neve del Pizzo Bernina e verso la cresta che scende dal Pizzo Bianco, detto Biancograt.

Da Pontresina, dove la strada si dirama in direzione della Svizzera centrale per Samedan-Coira, si raggiunge poi facilmente St. Moritz la regina dell’Engadina che unisce il lusso delle strutture ricettive alla straordinaria bellezza sofisticata del suo contesto naturale. Tappe imprendibili  del Bernina Express sono anche il viadotto Lanswasser, il museo locale di Bergün con il modellino della tratta dell’Albula e delle gallerie elicoidali Bergün-Preda e il Giardino dei ghiacciai di Cavaglia dove si stagliano le marmitte dei giganti all’ombra del Piz Palü, un affascinante fenomeno geologico che ha dato vita a cavità nelle rocce. Il Bernina Express è gestito dalla Ferrovia Retica (Rhb) che mette a disposizione tutte le informazioni pratiche, come prezzi e orari del trenino, all’indirizzo www.rhb.ch.


Dolci Sogni La nostra selezione di palazzi, residenze e hotel di charme:

Sottovento Bormio - Interno Sottovento Luxury Hospitality – Via Santa Barbara 11, Bormio (So)

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.