Carloforte, la perla tabarchina del Mar Mediterraneo

Capo Sandalo a Carloforte

Siamo a Carloforte. Uno dei borghi più belli d’Italia, unico centro abitato sull’isola di San Pietro. Un gioiellino a pochi chilometri dalla costa sud-ovest della Sardegna che conserva preziosamente le sue tradizioni e le ricchezze artigianali e gastronomiche.

Qui nel Sulcis Iglesiente è ancora in attività una delle più antiche tonnare del Mar Mediterraneo. E da dieci anni un grande evento celebra l’eccellenza gastronomica del tonno di Carloforte, il tonno rosso, il più pregiato e il migliore del mondo. Chef internazionali si riuniscono sull’isola tra maggio e giugno in occasione del Girotonno, in una saporita competizione, in cui sono organizzate gare, degustazioni e laboratori culinari tematici. In questi giorni l’isola è vestita a festa per accogliere migliaia di turisti. Per chi trascorre una vacanza al mare in Sardegna, il Girotonno è un’occasione unica per conoscere il magico mondo delle tonnare e l’antico rito della mattanza. Questo momento suggestivo dura 45 giorni: il mare si tinge di rosso, dando vita a una scena dalla grande forza evocativa. A fare da cornice al suggestivo appuntamento, storie, spettacoli, musiche ed eventi culturali in una grande festa del mare.

A proposito di gastronomia, una tappa da non perdere a Carloforte è una cena al Tonno di Corsa nei carruggi dell’antico quartiere delle “cassinee”: oltre alla specialità che chiaramente è il tonno, altre prelibatezze isolane sono la cascà tunisina, le paste fresche condite con gustosi sughi di mare e le aragoste.

Le colonne di Carloforte

Il mare dunque è l’inestimabile tesoro del borgo, tra i più belli d’Italia. Insieme alla pesca, la lavorazione delle nasse racconta da secoli l’intensa laboriosità artigianale del luogo dove ancora oggi, sullo sfondo di un’architettura che richiama le origini liguri dell’isola, si possono scorgere anziani che intrecciano le reti da pesca. Nel piccolo borgo c’è anche un Museo civico, all’interno del settecentesco fortino di Carlo Emanuele III: racconta la storia della comunità ligure che colonizzò l’isola provenendo dalla località tunisina Tabarca. Tuttora gli abitanti di Carloforte, parlando di sé stessi, si definiscono Tabarchini.

Altro incanto del luogo sono le spiagge. Tra le più sorprendenti, quelle di Girin e Punta Nera, tra sabbia e scogliera, a sud dell’isola; oppure sulla costa ovest La Caletta è un’ampia spiaggia attrezzata dove si attende il rito dell’aperitivo per ammirare un tramonto spettacolare.

Il comune di Carloforte e San Pietro sono anche un esempio di eccellenza ecologica, per la diffusione della mobilità elettrica, delle fonti rinnovabili e la forte attenzione all’efficienza energetica. Il territorio si è impegnato a diventare carbon free, cioè completamente autonomo dalle fonti fossili, entro il 2014.


Dolci sogni – La nostra selezione di palazzi, residenze e hotel di charme:

Vista panorama dalla Residenza A CovaResidenza A Cova – Località Le Colonne, Carloforte (CI)

Fotografie di Roberto Petruzzo

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.