Lucca: la città dalle cento chiese e delle mura maestose



Lucca e le sue antiche mura

Lucca si guarda dall’alto. E’ il modo più affascinante per conoscere questa città toscana, tra le più belle località d’arte italiane. Lucca è fatta di torri, chiese, mura, ville, campanili, piazze rimaste per lo più intatte dall’epoca medievale o rinascimentale. Come la sua cinta muraria del XV-XVII secolo, conosciuta in tutto il mondo per i quattro chilometri di estensione e i dodici metri d’altezza. Si tratta dell’unico esempio di mura difensive dell’età moderna ancora perfettamente intatte. Le mura sono state trasformate in un parco urbano ricco di alberi secolari, come platani, ippocastani e querce rosse, dove i cittadini possono passeggiare e fare sport.

Lucca, la cattedrale di San Martino

Anche il centro storico, che con la sua struttura urbanistica riflette le tracce romane delle sue origini, ha mantenuto pressoché l’aspetto originario, con numerosissime chiese medievali che  hanno fatto guadagnare a Pisa il titolo di città dalle cento chiese. La prima è il Duomo dedicato a San Martino caratterizzato per l’asimmetria del lato destro della facciata costruito in modo da adattarsi alla torre campanaria. L’interno è poi ricco di opere straordinarie del Ghirlandaio, del Tintoretto e di Jacopo della Quercia. C’è poi la chiesa di San Michele, detta anche del Foro, in cima alla quale il santo è raffigurato mentre uccide il drago: si vocifera che la statua porti al dito un diamante che brilla nella notte. Altra chiesa importante è quella di San Frediano con un bel mosaico sulla facciata, inconsueto per una chiesa in stile romanico. E dopo le chiese, le torri: oggi ne restano solo due principali delle 250 di un tempo. Si tratta di Guinigi,  207 gradini da scalare per ammirare il  giardino pensile fatto di lecci, e la Torre delle Ore per vedere Lucca da un punto di vista privilegiato.

Lucca, l'anfiteatro

La città custodisce anche una tra le piazze più belle d’Italia, piazza dell’Anfiteatro.

Progettata e costruita nel 1830 sull’antico tracciato dell’anfiteatro romano dall’architetto Lorenzo Nottolini, è raggiungibile da quattro piccole porte a volta. Una mattonella di ceramica posta al centro della piazza è il punto di intersezione della linea che parte dalle quattro porte. Questo è il   cuore di Lucca. Ma avrete scoperto la maggior parte dei tesori di questa città , solo dopo aver visitato  le altre piazze, dalle più grandi alle più piccole e armoniose: piazza Napoleone (chiamata anche Piazza Grande) con il Palazzo Ducale dove, a Luglio, si tiene il magico Summer Festival, piazza San Michele, piazza san Martino e piazza del Giglio.

Da non perdere anche il Museo Nazionale di Palazzo Mansi da visitare per  l’importante pinacoteca nazionale.

Dopo tanta bellezza, passiamo alle bontà. A Lucca troviamo le zuppe della Toscana, come quella di farro, la zuppa di origini contadine “garmugia” (con cipolle, piselli, carciofi, asparagi, fave fresche, carne, pancetta, olio e crostini); ma anche i fagioli con ben 17 varietà e la farinata; e poi i secondi come le rovelline, fettine di manzo impanate e fritte in sugo di pomodori e capperi.  Lucca è nota anche per l’olio extra vergine di oliva e per i vini, in particolare i Doc “Colline lucchesi” e “Montecarlo”, oltre che per la genuinità dei salumi della Garfagnana. Per gli amanti dei dolci, come recita un detto: “chi viene a Lucca e non mangia il buccellato è come non ci fosse mai stato”; c’è poi il castagnaccio e i necci, le tradizionali crepes con la ricotta.

A 25 chilometri dal centro storico, immerse nella natura dell’Appenino toscano, all’incontro tra il fiume Serchio e il torrente Lima, ci sono le terme. Ai tempi della Belle Epoque e ai primi del Novecento, quando la sorella di Napoleone, Elisa Baciocchi,  ne fece un luogo mondano, arrivarono qui personaggi come Pascoli, Shelley, Byron, Puccini e Henry James. Oggi le terme sono a disposizione di tutti, per una remise en form e per cure e terapie mediche.

Da Lucca è facilmente raggiungibile anche Pisa.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.