Verona, amore a prima vista

Un alone romantico avvolge Verona con il mito del capolavoro shakespeariano. La prima impressione è questa quando si cammina tra le piazze, i ponti, gli antichi palazzi della città veneta che è patrimonio mondiale dell’Unesco per la particolarità della sua architettura. Elementi artistici si sono integrati progressivamente in duemila anni a formare una splendida struttura urbana. Verona rappresenta il modello di città fortificata in più passaggi, che è caratteristico della storia europea.

Arena di Verona

In quel gioiellino che è piazza Bra si staglia uno dei migliori e meglio conservati esempi di architettura romana: l’Arena, un anfiteatro in cui d’estate hanno luogo la stagione lirica e grandi e importanti concerti. E’ situata nel cuore della città, a un passo dalla zona universitaria di Castelvecchio e a un altro passo dalle piazze medievali e da Corso Mazzini, la via dove potere fare shopping e lì vicino visitare la Casa di Giulietta Capuleti – sì proprio lei, la Giulietta della tragedia shakespeariana Romeo e Giulietta.

La datazione dell’Arena è, come spesso accade con le opere storiche, controversa: tuttavia alcuni elementi portano a pensare che sia databile al 10-30 d.C. Ad oggi l’Arena è un luogo sensazionale dove poter godere appieno, e nel calore estivo, delle più belle opere liriche. E proprio quest’anno, il 2013, cade il centenario della stagione lirica dell’arena veronese. Per questa occasione, il 1° giugno si esibirà un cast speciale formato da stelle italiane e internazionali come Andrea Bocelli, Jose’ Carreras e Plàcido Domingo. Nonostante la stagione si svolga d’estate, l’opera lirica è uno spettacolo che dura diverse ore: per cui il consiglio è di coprirsi bene e, per i più freddolosi, di portare con sé anche una copertina. L’Arena è uno spazio grande e suggestivo, con un’acustica eccezionale. E’ bene però scegliere dei posti non troppo laterali, per godersi al meglio lo spettacolo. Ma la scelta più importante è sicuramente quella dell’opera: adattissima è ad esempio l’Aida, che, con le sue scenografie maestose, è forse l’opera che vale più la pena di essere vista in tale cornice. Non a caso è un appuntamento costante del programma della stagione. Quest’anno, fra gli altri appuntamenti ci sarà la trilogia verdiana ovvero: La Traviata, Il Trovatore e il Rigoletto. Sempre di Giuseppe Verdi sono Nabucco e la già citata Aida. Un’unica data sarà destinata alla Messa da Requiem di Verdi, il 13 luglio. E’ di scena anche il Roméo e Juliétte, del francese Charles Gonod. Il prezzo dei biglietti va dai 200 euro circa per le poltronissime gold, 127 euro per le poltrone, fino a 23 euro per le gradinate. Per il programma e i biglietti: www.arena.it

L’Arena non è l’unico elemento di architettura romana presente in città: un altro posto da segnalare è senza dubbio il suggestivo Teatro romano, che quasi si adagia sulle rive dell’Adige, il fiume che scorre e taglia la città. Plinio il Giovane, autore latino dell’antichità, parla in una sua lettera dell’Arena di Verona come luogo in cui avvenivano i Ludi, i giochi dell’antica Roma. Il percorso di Verona romana è uno dei più visitati da turisti e dalle scuole. E’ infatti possibile ripercorrere tutta la storia romana attraverso i luoghi storici: arco dei Gavi, corso Cavour, Porta Borsari, piazza Erbe, Palazzo Maffei, Porta dei Leoni e il Museo, e molti altri. Tra tutti è consigliata la visita del Museo Scaligero, che dà accesso alla città sotterranea: una grande area archeologica che permette di compiere un affascinante viaggio alla scoperta della sua anima romana e medievale.

Giulietta a VeronaUn altro percorso suggestivo è quello della Verona shakesperiana: un itinerario sulle tracce di Romeo e Giulietta, un richiamo irresistibile soprattutto per le coppie innamorate. Si comincia dalla casa di Giulietta, famosa per due cose: il muro di ingresso su cui gli innamorati scrivono la propria promessa d’amore, e la statua di Giulietta, di cui è buon auspicio toccare il seno sinistro. Parimenti si continua alla casa di Romeo, un castello dalla merlatura ghibellina. Si finisce alla Tomba di Giulietta, uno dei luoghi in cui il comune di Verona celebra il rito del matrimonio civile, e all’interno del giardino si trova la tomba: un sarcofago vuoto scolpito nel marmo rosso.

Scrigno d’arte, storia e cultura, Verona è una località eccellente anche per vini e sapori. Per i palati più esigenti, sono tanti gli itinerari che permettono di scoprire con calma la città alla ricerca di prelibate emozioni: dalla Strada del riso dedicata alla qualità del Vialone Nano Veronese, al percorso del vino Valpolicella, quello del vino Bardolino o la profumata Strada del vino Soave.


Dolci Sogni La nostra selezione di palazzi, residenze e hotel di charme:


Verona dall'alto

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.