Tutte le strade del vino portano a Neive

Paesaggio del Comune di  Neive (CN)

Piccolo borgo, tra i più belli d’Italia, in provincia di Cuneo, Neive è crocevia dei principali itinerari del vino nelle Langhe piemontesi. Le armoniose colline coltivate a vite e le dimore signorili che ospitano le aziende vinicole della zona sono la cornice di questo gioiello da cartolina.

Per ammirarne tutto il suo fascino, salite nel punto più alto del centro storico per una vista splendida sulle vigne circostanti. La parte storica è avvolta ad anelli intorno all’antico castello di Neive del quale oggi è rimasta solo una torre quadrangolare. Vicino al castello nel Medioevo si stabilirono dei monaci benedettini che costruirono il monastero di Santa Maria del Piano. Oggi Neive ne conserva la torre romanica e la sacrestia adiacente. L’impianto medievale della cittadina si racconta attraverso gli eleganti palazzi in cotto, le stradine acciottolate e le case dai tetti rossi. Ma il cuore del borgo è Piazza Italia, un salotto settecentesco dominato da un palazzo bianco con archi, lesene e il vistoso stemma comunale sotto l’orologio: si tratta del Palazzo del Municipio.

Da visitare a Neive c’è anche la dimora più antica del borgo, che è Casa Cotto e risale al XIII secolo. Un tempo era una casaforte di proprietà di una ricca famiglia di banchieri. Oggi presenta ancora pregevoli soffitti, caminetti e mattoni d’epoca romani rinvenuti durante i restauri nell’archivolto della porta d’ingresso. La stessa ricchezza storica si ritrova nella vicina Torre dell’Orologio costruita nel 1224 sotto il dominio del comune di Asti. Poi altri incantevoli tesori da vedere a Neive sono le due cappelle cinquecentesche di San Rocco e San Sebastiano, Casa Bongioanni che merita una visita per i suoi affreschi e gli stucchi preziosi, la chiesa parrocchiale dei Ss. Pietro e Paolo e quella della Confraternita di San Michele.

Torre Orologio a Neive

In questa terra di grandi vini le aziende vinicole sono veri e propri luoghi di eccellenza sia per la qualità della produzione sia per gli edifici suggestivi che le ospitano. Ne è un esempio la dimora settecentesca dei Conti di Castelborgo: dalla sua cantina si sprigionano balsami intensi e gli arredi d’epoca sono impreziositi da antiche decorazioni. La dimora ha un sontuoso giardino il cui ingresso monumentale, caratterizzato da archi a doppie colonne e un cancello in ferro battuto con lo stemma dei Castelborgo, è stato realizzato dall’architetto neivese Giovanni Antonio Borgese. Proprio nel palazzo che porta il suo nome perché fu la sua casa natale e oggi ospita gli uffici del Comune, si trova la Bottega dei Quattro Vini che nelle antiche cantine dell’edificio (in dialetto infernot) permette al visitatore di gustare la produzione delle più pregiate etichette locali. Parliamo della qualità e della fama di vini come il Barbera d’Alba, il Dolcetto d’Alba, il Barbaresco e il Moscato d’Asti. La Bottega è stata fondata nel 1983 da un gruppo di vignaioli neivesi per rappresentare la località e la sua produzione più autentica nel mondo e tutt’oggi è il loro punto di ritrovo.

Ai calici si accompagnano anche prelibatezze da assaporare affacciati sulle Langhe piemontesi: a Neive viene prodotto per esempio un salame dal gusto dolce e profumato al Barbaresco, oltre a una nocciola Piemonte IGP che si distingue per sapore e aroma finissimi e al ben noto tartufo d’Alba.

Cantine di CanelliGli amanti del buon vino e della buona cucina possono completare il tour enogastronomico del territorio alle Cantine di Canelli, nelle vicinanze.

Dolci Sogni La nostra selezione di palazzi, residenze e hotel di charme:

RSM_aerea_2Relais San Maurizio – Località San Maurizio 39, Santo Stefano Belbo (CN)

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.