Residenza A Cova, il lusso della semplicità nella Sardegna più vera


Residenza a Cova, vista mare

È sulle scogliere dell’Isola di San Pietro che fanno il nido il Gabbiano Corso e il Falco della Regina. È in questa terra bagnata da un mare limpidissimo che, durante il regno di Carlo Emanuele II, s’insediano alcuni pescatori liguri provenienti da Tabarka, in Turchia. E fondano Carloforte, uno dei borghi più belli d’Italia. Da allora, gli abitanti dell’isola hanno continuato le loro tradizioni della pesca del tonno e del corallo.

Qui, in località Le Colonne, nascosta tra la macchia mediterranea e il mare, si trova la Residenza A Cova. Sei casette ricavate da un fienile e da una stalla con grande attenzione per le finiture, gli arredi, il risparmio energetico e i materiali costruttivi: intonaci in calce naturale, sistema di fitodepurazione per l’acqua e intercapedine ventilata al posto della climatizzazione. All’interno i colori non si discostano da quelli della natura circostante: legni chiari e rilassanti si mescolano alla vivacità delle coloratissime piastrelle della cucina e dei bagni, anche queste sapientemente ricercate e recuperate.

Le residenze sono quattro, due grandi e due più intime e riservate, tutte con ampie vetrate, donano la sensazione di essere un  tutt’uno con il paesaggio. All’esterno, immersi nei profumi della macchia mediterranea, si rimane inebriati dal rosmarino, dal corbezzolo, dal mirto, ma anche dalla lavanda e dal timo.

La colazione sulla veranda è un piccolo lusso da regalarsi ogni giorno. I dolci di benvenuto della casa, preparati con ingredienti semplici e naturali, sono ancora più deliziosi se mangiati guardando il mare.

Dalla “Terrazza naturale” si gode della splendida vista de Le Colonne, i due suggestivi faraglioni che si stagliano contro il cielo color cobalto e che lasciano senza fiato.

Alcune delle spiagge più belle dell’isola, Lucaise e la Bobba, sono raggiungibili a piedi in pochi minuti, passando dai piccoli cancelli della proprietà. Più distanti ecco invece Girin, con il suo bel chiosco attrezzato e la Caletta, imperdibile quando è Scirocco e per godersi il tramonto e l’aperitivo in riva al mare!

Con la Ruggero II, una vela latina tipica di Carloforte, si scoprono invece le grotte dell’isola come Mezzaluna e Punta delle Oche incastonate nelle scogliere a picco sul mare, rocce dalle infinite sfumature e forme. Un’esperienza anche culinaria con il pranzo preparato dallo skipper a base di pesce pescato al momento, mousse di tonno e Vermentino fresco.

Di ritorno dal mare la tentazione della tipica focaccina o della farinata di ceci è irresistibile, naturalmente da accompagnare con un’Ichnusa ghiacciata!

Senz’altro più ricercati sono i cocktail de L’Incudine: ai mirtilli, zenzero, lime, pomodori e tabasco, hanno i sapori dell’estate e sono davvero imperdibili.

Ma Carloforte non è solo mare, l’associazione Botti Du Shcoggiu organizza e promuove spettacoli musicali e teatrali e scambi culturali, trasformando i vicoletti del centro e i giardini Pomata e di Note in splendidi luoghi d’incontro.

Eppure, quando cala la sera non c’è nessun posto che ha la magia di A Cova.

Sotto il cielo stellato di Carloforte si scopre la cucina naturale ed equilibrata di Francesca, la proprietaria. Gourmet creativa e appassionata sarà, su richiesta, la vostra personal chef per splendide cene al chiaro di luna. Vi conquisterà con pasta fresca, pescato del giorno e verdure di stagione.

Immersi nel silenzio incantato di questo luogo, non penserete a nient’altro… se non ai sapori e ai profumi che vi avvolgono. E al mare.

Residenza A Cova:

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.