Ca’ Sagredo, un soggiorno confezionato ad arte nel cuore della Serenissima


Ca’Sagredo
Campo Santa Sofia 4198/99, Venezia (VE)

CaSagredo2012©RandyJayBraunVisitare Venezia nelle vesti di nobili veneziani del Settecento si può, a Ca’Sagredo: antica dimora nobiliare trasformata in hotel 5 stelle lusso. Il palazzo del XV secolo, riconosciuto monumento nazionale, si affaccia in una posizione invidiabile sul Canal Grande, tra la Ca’ D’Oro e il Ponte di Rialto. E’ dunque unica la vista che si gode dalle 42 camere decorate ognuna in modo diverso: al loro interno, atmosfere magiche sono create da mobili antichi, lampadari in vetro di Murano, pavimenti in legno, ricchi tessuti, poltroncine in stile rococò italiano. In queste stanze fu ospite illustre Galileo Galilei.

Verso la metà del 1600 il palazzo divenne proprietà dei Sagredo che all’epoca erano considerati una delle famiglie più in vista del Patriziato veneto. Ancora oggi ciò che più colpisce di questa residenza è la ricchezza delle opere d’arte e la finezza dei dipinti che si possono ammirare nelle sue sale. I capolavori portano la firma di pittori veneziani del XVII e XVIII secolo come Sebastiano Ricci, Giambattista Tiepolo, Nicolò Bambini e Pietro Longhi.

Ca’Sagredo, opere d'arte e dipintiTanto splendore artistico spicca qui a Ca’Sagredo grazie alla passione per l’arte dei discendenti della famiglia Sagredo che si sono distinti come collezionisti. Innumerevoli sono inoltre gli stucchi, le sculture, i libri, le stampe e altre opere che si trovano ancora nel Palazzo o ne hanno lasciato traccia. Zaccaria Sagredo, vissuto nella seconda metà del secolo XVIII, raccolse nel palazzo una collezione, considerata tra le più importanti d’Europa, composta da oltre 800 dipinti realizzati dall’epoca del Rinascimento ai suoi giorni e da circa 2000 fra disegni (anche di Leonardo) e incisioni, oltre ad una fornitissima biblioteca. Il nipote Gerardo nel 1718 commissionò a Carpoforo Mazzetti e Tencalla gli stucchi che decorano tuttora l’ammezzato del sottotetto, costituito da sette stanze destinate a luogo di incontro e di svago.

Indimenticabile la vista che si scorge dalla terrazza panoramica del ristorante dell’hotel, L’Alcova. Il nome la dice lunga anche sulla sala interna che offre uno sguardo impareggiabile sul canale, di fronte al Mercato di Rialto.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.