Laura Tonatto, il “naso” italiano che ha conquistato la regina d’Inghilterra


Laura Tonatto - Profumi italianiA Roma, in piazza di Pietra 41, c’è una galleria olfattiva dove si possono trovare profumi mai messi in commercio, ispirati ad alcuni fra i maggiori capolavori delle diverse arti umane: dal “Suonatore di liuto” di Caravaggio al “Flauto Magico” di Mozart, dalla “Primavera” di Botticelli al “Gattopardo di Luchino Visconti. La galleria è lo showoroom di Laura Tonatto, la creatrice di profumi (o “naso”) italiana più conosciuta nel mondo. Vi basti pensare che il suo cliente più famoso e prestigioso è la regina Elisabetta II d’Inghilterra, per la quale nel 2008 Laura Tonatto ha realizzato una fragranza esclusiva e l’anno successivo è stata accolta a Palazzo per un’udienza privata. Altri nomi noti del mondo dello spettacolo, dello sport, del cinema e della moda si sono rivolti alle doti sublimi del suo naso: da Giorgio Armani a Francesco Totti, da Ornella Muti a Elio Fiorucci, da Asia Argento a Ornella Vanoni.

All’interno della galleria romana di Laura Tonatto i visitatori possono annusare le fragranze attraverso particolari installazioni che accendono anche gli altri sensi, oltre l’olfatto. Nella fragranza del “Suonatore di liuto”, ad esempio, è possibile odorare il mélange di tutti gli elementi olfattivi presenti nel quadro, dai fiori alla cera della quale erano impregnati i mobili e il pavimento. Questa installazione è stata realizzata per il museo Ermitage di San Pietroburgo, che ospita la tela di Caravaggio, ed è replicata per la prima volta in modo stabile in Italia.

Laura Tonatto - ShopLaura Tonatto ha iniziato a creare profumi dal 1986 a Milano, in un piccolo negozio nella centralissima via Brera. Originaria di Torino, eredita dalla nonna la passione artigianale per la creazione di fragranze, non solo per la persona ma anche per gli ambienti. Perfeziona in seguito il suo talento frequentando la scuola di Hassan, un maestro di essenze del Cairo, e poi quella di Serge Kalouguine della Parfumerie Fragonard di Grasse in Provenza.

Ciò che tocca, si trasforma in profumo. La ricerca di una fragranza personalizzata per Laura Tonatto inizia dallo studio del passato. E’ così che si può ricreare il profumo di Cleopatra descritto in un papiro egizio o la fragranza che usava Napoleone. E proprio il legame con la storia e l’arte, e la convinzione che il profumo possa aiutarci anche a capire meglio la realtà che ci circonda e a metterci in contatto in modo più intimo e profondo con essa, ha spinto Laura Tonatto a fondare il laboratorio culturale “Naso e Parnaso”. Qui si studia l’uso delle essenze e degli aromi dall’Antichità al Terzo Millennio, per inventare profumi d’arte, vere opere invisibili da indossare, ricostruendo gli odori evocati da quadri e sculture, da immagini in movimento, dalle parole di narratori e poeti.

Davvero fantasiosa la capacità della Tonatto di emozionare con note olfattive originali per tanti ambiti diversi: portano la firma del suo naso hotel italiani e internazionali più esclusivi, come il Park Hyatt di Milano, l’Hotel Danieli di Venezia e il Setai di Miami; così come si sono affidate a lei grandi case cosmetiche e brand del mondo automobilistico come Rolls Royce e Lancia che con “Musa” ha realizzato la prima auto profumata. Una sfiziosa curiosità: nel 2006 Laura Tonatto partecipa all’evento “Profumi di cinema; oltre il gusto e l’olfatto”, un viaggio multisensoriale a due voci tra alambicchi e fornelli. Per l’occasione vengono scelte pellicole di tutti i tempi alle quali rubare il profumo di film celebri: la vaniglia della crème brulé di “Amélie”, i panini alla cannella di “Se scappi, ti sposo” e la frutta candita delle cassatine del “Gattopardo”, il melone di Sordi dal cinema italiano de “Il vedovo”, l’aroma del cacao da “Chocolat”, le albicocche al miele rubate dal frigo vuoto di Hugh Grant, in “Notting Hill” e tante altre essenze in un percorso infinito di sensazioni.

Laura Tonatto:

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.