Moderna tecnologia e antica passione nel design di Cassina


La continua innovazione del grande marchio dell’arredo-casa d’eccellenza è protagonista assoluta nell’edizione 2013 del Salone Internazionale del Mobile di Milano. Un’avanguardia tecnologica che si fonde con l’essenza di un’azienda dal cuore antico. Cassina nasce nel 1927 a Meda, nelle vicinanze di Milano, dalla passione di Cesare e Umberto Cassina che mostrano una spiccata capacità di coinvolgimento degli architetti e dei designer più talentuosi del XX e XXI secolo, dei quali trasformano le intuizioni creative in prodotti di successo. Così nascono le collezioni I Maestri (Gerrit T. Rietveld, Charles R. Mackintosh, E. Gunnar Asplund, Frank Lloyd Wright, Charlotte Perriand e Franco Albini) e I Contemporaei (Gaetano Pesce, Vico Magistretti, Gio Ponti, Mario Bellini, Rodolfo Dordoni, Philippe Starck e Piero Lissoni).

L’azienda, che oggi è punto di riferimento dell’arredo contemporaneo internazionale, si fa apripista dell’industrial design nell’Italia degli Anni Cinquanta dando il via alla produzione di mobili moderni. In quegli anni, secondo una logica inedita, si passa dalla lavorazione artigianale a quella seriale senza mai perdere di vista la qualità. Perno di tutte le lavorazioni è la falegnameria, la vera eccellenza esecutiva all’origine della fama di Cassina nel mondo. Accanto alla struttura produttiva organizzata su scala industriale, lavorano isole artigianali che rendono prezioso e unico ognuno degli articoli: si lavorano il legno e gli altri materiali, cuoio e tessuti in particolare, con l’aiuto dei macchinari più sofisticati. Tuttavia è sempre la manualità, consolidata da ciascun artigiano attraverso un lungo apprendistato, a dare impulso a tutte le fasi di realizzazione. La stagionatura dei legni è seguita direttamente in fabbrica e le diverse varietà sono impiegate con maestria, per sfruttarne al meglio le caratteristiche specifiche.

CASSINA 699 Superleggera

Tavoli, sedie, imbottiti, letti e contenitori.. alcuni degli esempi eccellenti della storica produzione made in Cassina sono la 699 Superleggera (1957) di Gio Ponti: sedia icona che interpreta la tradizionale “chiavarina” ligure, conosciuta anche come sedia di Chiavari, in una versione moderna, grazie a sapienti lavorazioni del legno che permettono di ottenere una sintesi perfetta fra solidità e leggerezza. Nel ’70 “Teneride”, seduta per ufficio di Mario Bellini, inaugura una nuova ergonomia calibrando volumi e spessori. Qualche anno dopo “AEO” (1973) di Paolo Deganello – Archizoom combina materiali diversi in una seduta: per la prima volta smontabile, lavabile e compatibile con qualsiasi arredo. Accorgimenti costruttivi inconsueti portano sempre nel 1973 a una rilettura del “salotto buono”, con il divano Maralunga di Vico Magistretti e con la poltrona-chaise longue “Wink” (1980) di Toshiyuki Kita. Nuovi capitoli nella cultura dell’abitare si susseguono in modo incessante negli anni successivi: con “I Feltri” (1987), di Gaetano Pesce, morbide poltronescultura realizzate in feltro opportunamente trattato; con il sistema di sedute in pelle “Privé” (2007) di Philippe Starck che, grazie a raffinate lavorazioni del capitonné, formula un sofisticato, provocatorio classicismo. Si arriva al 2010, alla collaborazione con Gaetano Pesce che realizza per Cassina “Sessantuna”, un’opera composta da sessantuno tavoli che, riuniti insieme, formano la figura del caratteristico stivale, per celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia.

E’ questo il percorso che, tra sperimentazione e autenticità, ha condotto il grande marchio a firmare l’interior design dei luoghi più esclusivi anche all’estero: il Setai Hotel a New York, il Sanderson Hotel a Londra, Le Royal Monceau Hotel a Parigi e il Conservatorium ad Amsterdam, ecc. Dal 2005 Cassina fa parte del Gruppo Poltrona Frau, leader mondiale nel settore dell’arredamento di design, di alta gamma, e portavoce sulla scena internazionale del migliore made in Italy.

Per maggiori informazioni: www.cassina.com

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.